Ottobre 24, 2021

Gnocchi al Sagrantino: ricetta umbra

Gli gnocchi al Sagrantino

Il Sagrantino, coltivato nella zona di Montefalco, un bellissimo borgo in provincia di Perugia, è uno dei vini rossi più antichi della tradizione Umbra.

Le sue radici affondano nel Medioevo e le prime testimonianze circa questo vino sono datate all'anno 1100. Le sue origini però sono incerte e ci sono due differenti teorie.

La prima vede i frati francescani come importatori dall'Asia del Sagrantino; la seconda i monaci benedettini. In ogni caso si deve la diffusione di questo vino a dei religiosi e per questo il nome potrebbe richiamare le funzioni o la sagrestia.

Questo vino, corposo e secco, è molto diffuso sulle tavole umbre per accompagnare carni grasse. È anche molto utilizzato in cucina, come ingrediente di alcune ricette tipiche come i famosi gnocchi al Sagrantino.

Si tratta di una preparazione tutto sommato piuttosto semplice e che non richiede molto tempo. È uno di quei piatti il cui profumo porta dritti alla cucina della nonna che la domenica aspettava tutta la famiglia al gran completo.

Continuate a leggere per scoprire gli ingredienti e i procedimenti per portare un po' di Umbria sulle vostre tavole!

 

Ingredienti per gli gnocchi per 4-6 persone

1 kg di patate per gnocchi
300 g circa di farina
1 uovo
1 presa di sale
noce moscata a piacere

Ingredienti per il condimento

100 g di guanciale (o pancetta) a cubetti
1 cipolla tagliata a dadini
2 spicchi d'aglio tagliati a dadini
panna fresca liquida da cucina
1 e 1/2 bicchiere di Sagrantino di Montefalco
50 g di formaggio pecorino romano grattugiato
2 cucchiai di olio evo
sale e pepe q.b.

 

Come preparare gli gnocchi

  1. Dopo aver lavato le patate, mettetele in una casseruola e ricopritele con acqua fredda
  2. Fate bollire le patate per circa mezz'ora o finché non si riesce ad infilarvi con facilità una forchetta
  3. Scolate le patate, sbucciatele e passatele in uno schiacciapatate quando sono ancora leggermente calde
  4. Distribuite la purea e un po' della farina su una spianatoia in legno o in marmo, formate una fontana e fate un buco al centro di essa. Nel buco si deve mettere l'uovo, il sale e, a piacere, la noce moscata
  5. Impastate velocemente, aggiungendo progressivamente la farina rimasta
  6. Quando il composto è omogeneo, prendete delle piccole quantità di impasto e iniziate a formare dei cilindri dello spessore di 1 cm circa. Tagliate a tocchetti di 2 cm e fateli scivolare sui rebbi di una forchetta, imprimendo una leggera pressione, per creare una decorazione sugli gnocchi
  7. Conservate gli gnocchi in frigorifero, su una teglia infarinata

 

Come preparare il condimento

  1. Scaldate l'olio a fuoco medio in una padella e fatevi rosolare il guanciale. Aggiungete la cipolla fino a farla dorare, unite l'aglio e farlo cuocere per un altro paio di minuti
  2. Aggiungere il Sagrantino e continuare la cottura a fuoco medio per circa 18/20 minuti
  3. Unite la panna fresca, aggiustate di sale e pepe e lasciate insaporire per al massimo 2 minuti
  4. Passate la salsa in un mixer tritatutto o un robot da cucina per ottenere un composto liscio ed omogeneo.
    Lasciate la salsa nel tegame, per evitare che si raffreddi troppo
  5. Immergete gli gnocchi in acqua bollente e salata: quando vengono a galla sono cotti
  6. Dopo averli scolati, fate saltare gli gnocchi in padella
  7. Aggiungete il pecorino, mescolate delicatamente e servite in tavola!
blog vino
Michele Valente
author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram