Ottobre 24, 2021

Il Goulasch: la versione friulana

La ricetta del Goulasch nella versione friulana

Il goulasch è una zuppa di origine ungherese che veniva cucinata in un grande paiolo sopra un fuoco a legna. Questo succedeva principalmente durante il trasporto dei bovini verso i mercati di Moravia, Vienna, Norimberga e Venezia.

La versione originale del piatto consiste in una zuppa a base di carne, ma in alcune varianti viene cotto fino ad assumere le sembianze di uno spezzatino.

In realtà ci sono delle differenze sostanziali tra i due piatti, in quanto il goulasch si serve abbondantemente di prodotti quali la paprika, totalmente estranei, invece, alla ricetta dello stufato.

Il goulasch istriano-triestino è una delle variazioni più semplici: non viene infatti accompagnato da patate, a differenza di quello ungherese, risultando un piatto più leggero (ma combinabile con altri) e veloce nella preparazione.

Attualmente, infatti, questa prelibatezza è diffusa soprattutto in Triveneto, nei territori di confine con la Croazia, la Slovenia e l'Austria.

Viene mangiato principalmente in inverno per combattere le temperature fredde della stagione.

Ingredienti Goulasch per 6 persone

  • 800 g di muscolo di manzo
  • 4 cipolle grosse
  • 2 spicchi d'aglio
  • 4 cucchiai di paprika (2 dolce e 2 piccante)
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • qualche mestolo di brodo vegetale
  •  2 o 3 foglie di alloro
  • sale

 

Consigli per il vino: Dri Roncat del 2015 o 2016. Si tratta di un vino rosso ricco, avvolgente e intenso, ideale per le carni rosse. Al naso si presenta con sensazioni di frutta rossa e spezie.

 

Procedimento per il Goulasch versione friulano

Primo passo: preparare il brodo vegetale

Tagliare a metà una carota, una costa di sedano, uno spicchio d'aglio e una cipolla e metterle in una pentola a pressione con dell'acqua. Contare circa 10-15 minuti dal fischio.

Secondo passo: preparare la carne

Tagliare le cipolle a dadini, riporle in una casseruola con olio, metterle su fuoco molto basso. Friggere finché non sono quasi trasparenti, aggiungere un pizzico di sale e la carne tagliata a cubi (stile: spezzatino).

Aggiungere l'alloro e un po' di aglio. Far insaporire la carne fino a quando non si forma una crosta dorata sul fondo della pentola.

Aspettare che la carne rosoli, bagnare con il vino e fare sfumare. Aggiungere la paprika e il concentrato di pomodoro. Mescolare tutto insieme con il brodo vegetale.

Terzo passo: cottura della carne

In base al tipo di carne specifico scelto la cottura può variare da una a due ore.

Quarto passo: servire
Secondo la tradizione questo piatto va preparato il giorno prima di essere gustato. Far riposare la carne, infatti, la renderebbe più buona.

Se si vuole seguire passo passo questa ricetta tradizionale, è possibile, una volta conclusa la preparazione, chiudere la pentola con un coperchio e lasciarla in frigo. Al momento di servire è sufficiente scaldare per bene sul fuoco. Si consiglia di mangiare questa pietanza bollente.

È possibile impiattare il goulasch con della polenta oppure con delle patate (seguendo la ricetta ungherese). Inoltre, è molto diffuso anche accompagnare questo piatto con gnocchi di pane per un pasto maggiormente completo.

blog vino
Michele Valente
author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram