Ottobre 10, 2021

Vini di Natale: idee per le feste

Il vino giusto per Natale

Se c’è un’occasione, in Italia, che unisce e raduna tutti intorno ad una tavola è sicuramente il Natale. Ebbene questa festività ci scalda cuore e anima, ci trattiene ore ed ore davanti ai fornelli ed ovviamente ci riempie la pancia!

Da nord a sud dell’Italia le pietanze sono tutte buonissime: sono ricette antiche, tramandate dai nostri nonni, ricette di famiglia alle quali non possiamo rinunciare o ricette moderne, rivisitate, che fanno l’occhiolino al passato con quel tocco in più che non guasta mai.

Quando pensiamo al nostro menù di Natale, partire dai piatti è inevitabile. C’è chi prepara le stesse pietanze ogni anno e chi ama sperimentare, ma la passione per il cibo, spesso, rischia di far passare in secondo piano la scelta dei vini da abbinare!

Come fosse “un dettaglio”, il vino, da stabilire all’ultimo minuto, sperando oltretutto, che alla fine, questo si vada ad abbinare perfettamente ai piatti preparati. Non possiamo lasciare al caso l’impetuoso obbiettivo.

Indecisi su quale vino scegliere per il menù di Natale? è necessario seguire alcune semplici regole, per non imbattersi in imperdonabili errori!

 

Un brindisi è per tutti!

Qualsiasi cena o pranzo di Natale che si rispetti, inizia con un brindisi! In questo caso sono assolutamente da preferire le bollicine, come un buon Spumante a “Metodo Classico" oppure "Metodo Charmat", o un buon Prosecco a “Metodo Charmat” o a “Metodo Martinotti”; grandi classici, molto apprezzati, che di certo vi faranno sempre fare bella figura. E se il Prosecco resta tra i primi 10 vini più venduti ed esportati al mondo, ci sarà una ragione!

 

Qualche idea per i primi piatti:

Per un pranzo di Natale, le possibilità sono veramente tante e il vino si andrà a differenziare in base alla pietanza servita. Per coloro che opteranno per un primo di pesce, diciamo che tutto dipende dal “colore del sugo”

Ad esempio, se come condimento base troviamo un sugo di pomodoro, tendenzialmente acido, il piatto si potrà accompagnare con un vino bianco profumato, come un Verdicchio (delizioso vino marchigiano) o un Vermentino toscano, ottimo anche da abbinare ai crostacei.

Sempre per piatti a base di crostacei si consiglia un vino aromatico come il Gewurztraminer del Trentino Alto Adige, fresco e con delicate note di lavanda e rosa. Ad un sugo bianco di pesce, invece, si sposerà alla perfezione un vino bianco secco, come un Sauvignon.

Se invece il nostro menù prevederà piatti a base di carne o cacciagione la regola è solo una: vino giovane e fresco! Un Chianti resta sempre il miglior vino da accompagnamento per le nostre lasagne, mentre un Lambrusco è perfetto per pietanze in brodo, come i tortellini.

 

Qualche idea per i secondi:

Il connubio “piatto complesso-vino profumato” e “piatto semplice-vino essenziale”, è sempre utile anche per quanto riguarda i secondi piatti. Il pesce alla griglia si abbina perfettamente con un bianco delicato, come il Fiano di Avellino o un Falanghina.

Per quanto riguarda i secondi di carne la scelta del vino è estremamente più semplice e con un Montepulciano non si va mai errati! Se il menù prevede arrosto di carne, fegatelli o simili, basterà optare per un Chianti o un Torgiano. Per i secondi di carne in umido invece sono ottimi i vini strutturati, come un Barolo del Piemonte.

 

Vini perfetti per la conclusione perfetta!

È inutile negarlo, il dolce chiama dolce! A Natale Panettone e Pandoro sono i re della tavola, non ci sono dubbi! In questo caso si abbinano alla perfezione i vini liquorosi, come un Passito di Pantelleria Ben Ryè oppure vini delicati e aromatici come il Moscato d'Asti.

Per altri dolci come quelli al cioccolato si può scegliere un rosso liquoroso, come un Barolo o un Aleatico. Per i dolci e le torte a base di crema pasticcera invece è perfetto un Malvasia.

 

Eccellenze italiane anche da regalare:

Non tutti hanno la fortuna di vivere in un paese come questo. Il nostro territorio ci regala una tradizione culinaria di altissimo livello, e vigneti prosperi.

L’Italia vanta una cultura del vino che regna da millenni: troviamo prodotti di assoluta eccellenza, anche a prezzi modici, e allora perché non regalare una bottiglia di vino proprio in un’occasione come quella del Natale? il Brunello di Montalcino, rosso toscano di altissima qualità, un Barolo, con il suo color rubino brillante, un Tignatello dal gusto giovane, nonostante la ricchezza della struttura.

Passando ai bianchi, un buon Chardonnay, un Ribolla Gialla friulana o un Catarratto, dall’elevata acidità, freschezza gustativa e sentori di fiori bianchi.

Un’alternativa al classico rosso o bianco invece è sicuramente il Rosè, fresco ed equilibrato: una tipologia di vino molto versatile che si abbina soprattutto a quelle pietanze in cui si fa forte l’indecisione tra un rosso e un bianco; ottimo per risotti delicati, carni bianche o piatti a base di verdure e vincente anche con i dolci alla frutta. Un’eccellenza in questo caso potrebbe essere il Rosè Antinori.

 

Per altre idee regalo e nozioni varie sul mondo del Natale potete consultare il sito https://iregalidinatale.net

blog vino
Michele Valente
author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram